in certi posti

i posti dove vivevi tu, papà 
Ora raccontano di te , che manchi

 

Anche questo 
Che ora è delle ragnatele della polvere e in disordine

 

Andavi sempre, nel tuo garage 
Non mancava niente e tutto era recuperato
Facevi, sbrigavi tante piccole faccende per passare il tempo. Il tempo che poi è diventato sempre più lento 
Dettato dalla fatica che facevi a fare anche i più semplici movimenti 
come mettere in ordine

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Te la prendevi
Ti  demoralizzavi
Ti  infastidivi, piangevi

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non riuscivi più a mettere le stoviglie al loro posto, sullo scolapiatti
Tanto eri curvo, piegato in avanti
 
Poi non sei più riuscito a mettere in ordine e frequentarlo 
il tuo magazzino,
come lo chiamavi tu il tuo garage

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ora i tuoi attrezzi sono qui 
morti, sepolti

 

Ciao Papà, 
Ciao Alpino
Ciao Tiziano

 

quei colori, quelle luci mischiate col buio della notte

è tardi. Il sole lo becco lì, prima che tramonti del tutto. Le ombre sono scure da confondersi col buio della notte. Ora sfumano i colori. L’unica cosa che mi rimane per stare al sicuro, son le bricole

momenti silenziosi #Venezia

Una Venezia immobile
Triste
ci sono momenti così silenziosi che, non basta la sua incomparabile bellezza scenografica

mio Padre, ritratto di un Alpino. #Papà

Mirco, portami a casa la camicia a quadri e la spilla.

Controlla anche se li si trova la cravatta con tutte le firme.., quella verde

“Le mani raccontano”

Le sue raccontavano molto

Porta tutto ciò che occorre per farmi le fotografie che servono per quando me ne vado, per l’articolo su l’Alpino
quel suo sorriso malinconico..
Fammene una che si veda il cappello dalla parte della penna.. aspetta che infilo le mie Stelle Alpine, quelle che stanno incorniciate in corridoio

per mangiare vendo. #reportage #Nagarkot #Nepal

Scendo da un bus sgangherato

di fronte a me un bambino venditore di cartoline

Nagarkot, Nepal. 2012

 

emozionarsi ai primi tempi … #Jesolo

era il 15 maggio 2011

JESOLO… e mi innamoravo dei tuoi colori, dei tuoi profumi, dell’acqua salata, della sabbia, della laguna

fotografia di © mircobassoph.com

Un continuo

Un continuo sali scendere di emozioni

ritratto di bambini … #mircobassoph

la meravigliosa esperienza che auguro di fare a tutti coloro che amano la fotografia è

di vivere la fortissima emozione che ti fa vivere ciò che stai inquadrando

gli occhi di bambine e di bambini che pur non avendo nulla e senza che tu chieda nulla

ti sorridono

Quei momenti ti rimangono per sempre

Il tremolio delle mani

La vibrazione della pelle…

fotografia di © mircobassoph.com

Kathmandù, Nepal. novembre 2012

Reportage per progetto umanitario Women’s Foundation Nepal

-Personali Interpretazioni Veneziane-

-Personali Interpretazioni Veneziane-

VENEZIA non si può fotografare (meravigliosa LEI)

Come puoi ancora? (Bellezza assoluta)

FotografaLA ❣️

…andando alla ricerca di ME veneziano

•Basilica di Santa Maria della Salute

•Punta della Dogana

________________________

©️ mircobassoph.com

with Olympus Digital Body + Zuiko Analogic Lenses